Archivi della categoria: postcolonialismo

Poesia (e musica) chicana come atto di ribellione

Celeste2To survive the Borderlands
you must live sin fronteras
be a crossroads.

Gloria Anzaldùa,

To live in the Borderlands means you

Il termine chicano, usato originariamente per indicare i nativi statunitensi di origine messicana, o mexicoamericanos, ha avuto un’evoluzione semantica, caricandosi di una connotazione esplicitamente politica, dopo la seconda guerra mondiale, quando i veterani che avevano combattuto in Europa in nome della libertà e della uguaglianza, tornati negli Stati Uniti, loro patria,  constatarono di essere ancora considerati second class citizen, discriminati ed esclusi dalla rappresentanza politica. Fu dunque con i movimenti  per i diritti civili degli anni ‘50 e ‘60 che la comunità mexicoamericana si sollevò contro le discriminazioni razziali che la colpivano ed il termine chicano passò a indicare i nativi americani di origine messicana con una coscienza politica.

Due chicanas che esemplificano questa lotta politica per l’uguaglianza, con un approccio che, pur muovendo dalla comunità chicana, va ben oltre la  stessa, sono Gloria Anzaldùa e Lila Downs.

Continua a leggere →

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: